Componenti del Consiglio Direttivo

Monica J. Romano
Presidente

Classe 1979, inizia giovanissima (1998) la sua avventura politica e militante nelle associazioni e nei movimenti LGBTI+, ispirata dalla “madre politica e mentore” Deborah Lambillotte.

Nel 2007 consegue la Laurea magistrale in Scienze Politiche, indirizzo sulle relazioni industriali e la gestione delle risorse umane, con una tesi dedicata alla transgenerità nel mondo del lavoro. 
L’anno successivo l’editore Silvio Mursia trasformerà la tesi in un saggio: Diurna (2008, Costa & Nolan). 
Nei 13 anni successivi, Monica collabora con studi di consulenza del lavoro a Milano, specializzandosi in amministrazione, selezione del personale e consulenza giuslavoristica. 

A partire dal 2019 avvia una sua attività professionale autonoma come esperta di risorse umane, specialista in Diversity & Inclusion, consulente e formatrice.

Pubblica altri due libri: il romanzo di formazione Storie di ragazze XY (2015) e il memoir Gender (R)Evolution (2017), dove racconta la sua esperienza di attivista, entrambi pubblicati per i tipi di Ugo Mursia editore. 
Negli anni dal 2016 al 2019 ha organizzato numerose presentazioni in tutta Italia.

Ha rilasciato interviste a media nazionali e locali sui temi della transgenerità, variabilità e non conformità di genere.
Ha contribuito alla realizzazione di film e documentari, preso parte a eventi pubblici di sensibilizzazione della cittadinanza.
È articolista per PurpletudePride e per la rivista Il Simposio. Ha scritto saggi e articoli nell’ambito degli studi di genere (gender studies e transgender studies).

Nel 2016 si è candidata alle elezioni per il Consiglio Comunale milanese nelle liste di Sinistra x Milano a sostegno di Beppe Sala.

È attualmente presidente dell’Associazione per la Cultura e l’Etica Transgenere (ACET) e presidente onoraria del Circolo Rizzo Lari (ex Circolo Harvey Milk di Milano).

È femminista, di orientamento socialdemocratico e difensora della laicità delle istituzioni democratiche.

Indirizzo email: presidenza@associazionetransgenere.org

Daniele Brattoli
Vicepresidente
Sono laureato in scienze giuridiche ma da sempre lavoro nel sociale. Mi occupo di mediazione di conflitti e sono un mediatore penale esperto in percorsi di giustizia riparativa. Lavoro con minori e adulti autori di reato, collaboro con scuole, realtà del privato sociale, amministrazioni ed enti pubblici. Inoltre mi occupo di facilitare processi di organizzazione comunitaria, accompagnando i diversi attori sociali che lavorano con minori, a costruire reti e a lavorare in sinergia. Sono un ex pugile che ha appeso i guanti da qualche anno, che ama praticare sport e girare in bici per Milano. Lambratese, compagno di vita di Tessa, papà di Amelia e padrone di due gatte, Paprika e Alaska.

Laura Caruso
Segretaria
Responsabile del Gruppo AMA
Per professione è titolare a Milano di uno studio che si occupa di assistere banche e istituti di ricerca nell’applicazione degli standard internazionali e nell’elaborazione di modelli matematici per la valutazione degli strumenti finanziari, affiancando al ruolo di consulente quello di docente nella formazione tecnica.
Per passione, oltre all’impegno in ACET, fa parte del Gruppo di Ricerca Interuniversitario NuSA – “Nuove Soggettività Adulte” presso il Dipartimento di Scienze Umane per la Formazione dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca, occupandosi di identità di genere attraverso l’attività didattica nell’ambito del corso di Educazione degli adulti e degli anziani (titolare: Prof. Micaela Castiglioni), la conduzione di seminari e laboratori per gli studenti, la docenza in corsi di perfezionamento post-laurea e la produzione editoriale.
Collabora con la rivista Pedagogika.it, rivista trimestrale da oltre 20 anni specializzata in pedagogia ed educazione per insegnanti, educatori, e genitori.

Volontari

Iula Gerardo

Bianca Iula
Gestione tecnica web

Diplomata allo IED in Grafica Pubblicitaria e Illustrazione. Inizia dal 1984 invece una carriera sui primi personal computer appena inventati: Commodore64, Amiga, IBM PC.
Gestisce due negozi di informatica in zona Bergamo alternando la vendita alla programmazione.
Insieme ad amici fonda nel 1995 una società per lo sviluppo di giochi da tavolo e videogames vincendo numerosi premi internazionali tra cui Gioco da tavolo dell’anno 1997 in USA, Germania e Francia nonché una menzione speciale a Lucca Comics & Games.
Torna a fare Grafica e Pubblicità nel 1999 lavorando nello studio al designer Walter Cappellotto (un vero maestro di grafica e design).
Nel 2001 inizia a lavorare nel settore del marketing farmaceutico reinventando come ‘spettacolizzare‘ noiosi congressi e corsi medici. Realizza anche una piattaforma per l’e-learning che ha ‘promosso’ oltre 200.000 tra medici, farmacisti e infermieri.
Nel 2015 fonda una propria azienda di App per iPhone e iPad (iOS) pubblicando 17 apps e un innovativo motore di ricerca rimasto inedito.
Dal 2018 lavora per il sito n.1 di cashback in Italia curando il backend e l’e-commerce.
Transgender MtF dal 2019 e quasi subito ‘donna‘ a tempo pieno incluso l’ambito lavorativo.
Come hobby é attrice di commedie brillanti e come Drag queen che si è esibita con grande successo di pubblico al Teatro Leonardo da Vinci di Milano (MtM) nel Gennaio 2020 con lo spettacolo “L’Arca delle Ninas” organizzato dalle Nina’s Drag Queens.

Raffaele Bellandi
Volontario

Educatore nei servizi extrascolastici ed illustratore su commissione. Il suo attuale progetto è proseguire con la carriera accademica nel campo dell’antropologia.
E’ parte del Gruppo di Ricerca Interuniversitario NuSA – “Nuove Soggettività Adulte“, presso il Dipartimento di Scienze Umane per la Formazione dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca, e si sta inserendo come studente assistente nel Gruppo di Ricerca Interuniversitario Iraclia – “Pratiche di narrazione e scrittura in educazione e nella cura“.
Come volontario dell’Associazione per la Cultura e l’Etica Transgenere (ACET), si occupa dei rapporti con l’Università degli Studi di Milano-Bicocca nel corso di Educazione degli adulti e degli anziani (titolare: Prof. Micaela Castiglioni) insieme a Laura Caruso, e vorrebbe occuparsi della raccolta di memorie della realtà politica e di vissuti storicamente rilevanti della comunità transgenere nel territorio di Milano e dell’Italia nei decenni passati.

Sam Meraviglia
Realizzazioni Grafiche

Art director, esperto in graphic design, UI design, ha collaborato con diverse agenzie in Milano, da anni dipendente della Web Agency Engitel SpA.
Persona transgender Non-Binary, attivista, ha curato la comunicazione social dell’associazione glbtq+  Milk, ha disegnato le creatività degli striscioni del Pride Milano 2017-18, ora socio e attivista di ACET. Ambientalista, si batte per la difesa dell’ambiente e delle specie, in particolar modo quella animale

Alec Sebastian D’Aulerio
Social Media 

E’ un rapper ed attivista italiano. Nato a Rho il 10 gennaio 1997 ma cresciuto nella periferia di Milano, inizia a fare volontariato sin dalla prima adolescenza, recandosi anche all’estero con il padre. Si avvicina alla realtà LGBTQI+ solamente nel 2016, in seguito ad una serie di eventi che accendono in lui il bisogno di sensibilizzare rispetto alle diversità, avvicinandosi così ad alcune ARCI di Milano. Un anno più tardi prende coscienza della propria transessualità, ed entra a fare parte della giuria cortometraggi del 32esimo Festival Mix di Milano.
Nel marzo 2018 espone una mostra fotografica contro il bullismo, presso il Padiglione d’Arte Contemporanea di Milano, in collaborazione con RISCATTI Onlus, il quale ricavato viene devoluto alle attività della Casa Pediatrica dell’Ospedale Fatebenefratelli di Milano.
Protagonista del documentario “SUI GENERIS – Storie di genere nel loro genere”, viene invitato a parlare della propria esperienza e delle tematiche legate alla propria comunità anche nel mondo dell’intrattenimento web. Nel 2020 entra a fare parte del Direttivo del Circolo Culturale TBIGL+ Alessandro Rizzo Lari (ex Harvey Milk), e diventa volontario dell’associazione per la Cultura e l’Etica Transgenere (ACET). Presta servizio presso una società volontaria di soccorso ed assistenza.

Nik Barbieri
Primi ascolti persone non binarie e gender non conforming

Di formazione scientifica, dopo aver conseguito la laurea in bioinformatica, si trasferisce a New York dove vive per otto anni lavorando come ricercatore presso una scuola di medicina. In questo nuovo contesto di vita, prende consapevolezza della sua identità di genere, scoprendosi prima transgender e poi non-binary. Si avvicina all’attivismo sul luogo di lavoro, partecipando a e gestendo gruppi di advocacy per i diritti del personale transgender, come l’assicurazione sanitaria, l’istallazione di bagni “all gender”, l’utilizzo a livello amministrativo di alias con nomi e pronomi preferiti. Immerso in una realtà profondamente multiculturale ma, al tempo stesso, solcata da profonde inequità, si appassiona alle lotte per i diritti delle persone nere, indigene e latine in ambito accademico e sociale.
Disaffezionatosi al mondo accademico, lascia il lavoro, vive in tenda per tre mesi nell’Ovest americano ed, infine, si trasferisce nuovamente in Italia nel 2018. L’anno successivo studia con successo per diventare educatore cinofilo. Inizia a frequentare diverse associazioni per i diritti delle persone transgender ed approda, infine, ad ACET. Qui partecipa al gruppo AMA ed inizia ad occuparsi dei primi ascolti con persone non binarie e gender non-conforming. 
E’ agender. Nelle lingue che lo consentono, come l’inglese, utilizza i pronomi neutri, altrimenti egli/lui/suo. E’ affascinato dalle diverse interpretazioni dei concetti di genere e di identità nelle varie culture del mondo e sta progettando un lungo viaggio per conoscere direttamente queste realtà. Considera il volontariato uno stile di vita, ama tutti gli animali con meno di 8 zampe, ed adora viaggiare zaino in spalla, dormendo nella sua tenda gialla e nutrendosi di ceci in scatola.